roseicollis allevata a mano
roseicollis allevata a mano
Framed Logo zooplus

Contatore visite:

Notizie

nascite 2011...

Alcuni degli ultimi arrivi in allevamento

Questi hanno i loro piccoli...

Roseicollis *Blu*

femmina *D Blu*
femmina *D Blu*

I miei dati

Ultimi aggiornamenti

11 agosto 2015

sezione 'Disponibilità'



Le foto di questo sito per la maggior parte sono state scattate da me. Solo una minima parte sono state prese dal web. Nel caso l'autore ne riconosca la proprietà e non voglia che siano qui esposte, lo può comunicare tramite il contatto.

Agapornis Roseicollis (inseparabile dal collo rosa)

Roseicollis
Roseicollis

Questa specie è la più allevata e la più ricca di mutazioni di colore e l'unica che può avere prole con sessolegame (vedremo questa particolarità nella sezione della genetica). Esemplare allegro, facilmente addomesticabile ben si riproduce in cattività, riesce a dare grandi soddisfazioni sia all'allevatore esperto sia al neofita attratto particolarmente dalla sua giocosità.

L'Agapornis roseicollis viene classificato in due specie:

- Agapornis roseicollis (Viellot)

- Agapornis roseicollis (Hall)

La differenza tra la specie di riferimento e la sua sottospecie è che quest'ultima ha il colore verde più intenso e la faccia di un rosa più carico tendente al rosso.

DESCRIZIONE

Di taglia attorno ai 15 cm, questa specie non presenta evidente dimorfismo sessuale. La colorazione base è verde con sfumature giallastre sul ventre, mentre coda e ali sono più scure. La faccia e il collo sono rosa-rosso con il capo più tendente al rosso e il collo al rosa, eccetto nei portatori di faccia arancio nei quali il rosa del collo si trasforma in leggere sfumature arancioni. Il groppone è di un lucente e carico azzurro-blu come anche il codrione. L'occhio è tondo e privo di anello perioftalmico (cerchio bianco di pelle nuda intorno all'occhio) come in altre specie (vedi le altre), ha iride buna. Il becco è carnicino e le zampe corti ma forti sono di colore grigio-brune.

I soggetti giovani quando escono dal nido, di solito intorno al 40° giorno, si presentano con un becco con l'attacatura nera che schiarirà man mano che cresce. Solo al quarto mese di vita la livrea comincerà a prendere i colori da adulto (compresa la faccia) che saranno compiutamente acquisiti a circa sei mesi di vita. 

ORIGINE, ABIENTE NATURALE E COMPORTAMENTO

Originario del sud-ovest dell'Africa, vive a 1.600 mt di altitudine, predilige terrei aperti e grandi alberi che usa come dormitorio raggruppandosi in grandi stormi.

Il mais è il suo alimento preferito, che risulta essere ancora molto più nutriente quando è immaturo e lattiginoso. Amante dell'acqua, si nutre di sementi, bacche germigli, piccoli insetti e frutta.

E' allegro, gregario e socievole, nel periodo della riproduzione diventa attaccabrighe e molto territoriale, in special modo la femmina con i conspecifici che si avvicinanno al nido.

Ha un richiamo metallico e acuto che usa con una frequenza quasi ossessiva.

La nidificazione avviene in colonie, ricavando il nido in alberi cavi dove la fammeni porta rametti che infila per il trasporto nel prprio codrione, creando un'imbottitura rustica ma abbondante.

La stagione riproduttiva comincia tra febbraio e marzo, la femmina depone 4-7 uova tondeggianti che al 23° giorno si schiudono. La cova di solito inizia dal 2° o 3° uovo deposto, a seconda dei casi ed il maschio è molto presente e pieno di attenzioni per la compagna che imbecca spessissimo. 

 

IN CATTIVITA'

Si adatta molto bene a vivere a stretto contatto con l'uomo, sia come addomesticato sia da riproduzione, sa in gabbia che in voliera. L'uomo ha creato con il tempo varie mutazioni di colore, a partire da quella che sostituisce al verde il giallo (lutino) (clicca per vedere foto), a quella che sostituisce il colore della maschera in arancione (faccia arancio) (clicca per vedere foto), per andare mano a mano ai toni pastello o ai soggetti pezzati (clicca per vedere foto). In cattività, avendo a disposizione una adeguata alimentazione, una igiene corretta e il nido, si possono riprodurre anche tutto l'anno anche all'esterno e con temperature rigide, ma è meglio non far fare loro più di tre covate, risparmiando lo stress e i mesi estivi quando il caldo eccessivo porta il proliferarsi degli acari, meglio in quest mesi togliere il nido e oggligarli ad un periodo di riposo rigenerativo.

ALIMENTAZIONE

Una sana alimentazione permette ai nostri amici di vivere bene a lungo anche 13-14 anni. In generale un buon miscuglio di semi o un buon composto di estrusi (ce ne sono vari in commercio), sono la base essenziale insieme ad un buon pastoncino fatto in casa o comprato. Pane secco, fette biscottate, frutta e verdura fresche come mela, carota, cicoria, sono ottime integrazioni.

Gli inseparabili adorano il peperoncino e le bacche di ginepro che come i pinoli si possono dare ma con parsimonia.